Salute ~ Ambiente Sport ~ Società Beni culturali ~ Patrimoni edilizi Imprese ~ Economia Scuola ~ Università Turismo ~ Enogastronomia Innovazione Tecnologica Virtual Poleis
 
  |Home|  
 


Imprese, ecco gli incentivi per l’innovazione in Umbria

Sono stati stanziati 2 milioni di euro a sostegno delle imprese che investono in innovazione tecnologica, tutela ambientale, innovazione organizzativa e commerciale e sicurezza sul lavoro

Entra nella piena operatività la gestione degli incentivi della Regione Umbria a sostegno delle imprese che investono in innovazione tecnologica, tutela ambientale, innovazione organizzativa e commerciale e sicurezza sul lavoro, in base alla legge 598/94. La Giunta regionale dell’Umbria, su proposta dell’assessore all’Economia Gianluca Rossi, ha approvato i criteri per l’attuazione dell’intervento, che può contare su uno stanziamento di 2 milioni di euro. Sono stati circoscritti i settori beneficiari, concentrando l’attenzione sul manifatturiero e i servizi alla produzione. Si è ritenuto opportuno, inoltre, di evitare che gli incentivi concessi con la legge 598 – Innovazione si sovrappongano ad altri incentivi regionali o statali.
“In Umbria – ha sottolineato Rossi – gli incentivi a ‘sportello’, come quelli della legge 598, si sono caratterizzati per la loro continuità e stabilità. Elementi che ora vengono compromessi dalla manovra correttiva del Governo che ha ridotto notevolmente le risorse trasferite alla Regione”
“In particolare – ha spiegato - per il 2011 e il 2012 sono stati decurtati gli stanziamenti per il Fondo unico regionale per le attività produttive con le quali fin dal 2000 è stata finanziata la legge 598. Questo impone alla Regione una attenta gestione delle risorse, anche con l’applicazione di criteri di selettività più marcati. Abbiamo perciò colto l’occasione della firma del contratto con Unicredit – Mediocredito centrale per l’affidamento del servizio di gestione dell’incentivo, siglato nei giorni scorsi, per rivedere la scheda di attuazione dell’intervento”.

La Giunta regionale ha stabilito che lo sportello della legge 598/84 rimarrà aperto fino al completo assorbimento dei 2 milioni di euro disponibili per la prima annualità; al gestore Unicredit – Mediocredito verrà chiesto di effettuare un monitoraggio continuo delle domande di agevolazione.